Villa Mazzucchelli e il Museo della Moda e del Costume

2186

Villa Mazzucchelli a Ciliverghe di Mazzano, in provincia di Brescia, ospita da alcuni anni il Museo della Moda e del Costume.
All’interno del museo è possibile ammirare la collezione di circa 6.000 pezzi, raccolti nelle ricerche e nei viaggi di Franca Meo, poetessa e scrittrice.
La collezione raccoglie abiti, accessori, cappellini, fazzoletti, ombrellini, ventagli, guanti, monili, biancheria intima e da casa, paramenti sacri, strumenti di lavoro, abbigliamento infantile e giocattoli, di un periodo compreso tra la metà del Settecento e la nascita dell’Alta moda nel Novecento. Frutto di una ricerca costante, i capi esposti sono stati selezionati per raccontare la storia della Moda italiana e non solo
Dal 1995, anno di inaugurazione del Museo della Donna e del Bambino, ad oggi, il patrimonio storico artistico del rinnovato Museo della Moda e del Costume, si è arricchito di numerose e importanti donazioni private.

Le cinque sale espositive

Il percorso espositivo del museo si articola in cinque sezioni: la prima viene periodicamente rinnovata con allestimenti dedicati alle diverse stagioni e al tema degli eventi proposti. Gli abiti e gli accessori sono pezzi di alta sartoria realizzati da Sorelle Fontana, Capucci, Genny, Ungaro, Balenciaga, Roberta di Camerino, Versace. All’interno della seconda sezione vengono conservati abiti e accessori che risalgono al XIX secolo, con abiti da sera e da cerimonia, abiti da sposa e da ballo, scialli in seta ricamata o in pizzo, mantelline da teatro e giacchine. Non mancano gli accessori d’epoca, come ombrellini, ventagli, fazzoletti e borsette.
La terza sezione è dedicata alla filatura e all’arte della tessitura e mostra non solo manufatti e campionari tessili dal Settecento al Novecento, ma anche attrezzi, utensili e macchinari, oltre a biancheria per la casa ricamata.
La quarta sezione ripercorre la storia della biancheria intima femminile; dai mutandoni e busti con stecche di balena del XIX secolo, fino ai moderni reggiseni e slip, ai collant e ai tessuti elasticizzati.
La quinta ed ultima sezione è riservata alle bambine e raccoglie straordinari esempi di abbigliamento infantile da cerimonia a partire dal XIX secolo.

Il Museo vanta un ricchissimo archivio di abiti e accessori di notevole interesse, oggi messo a disposizione per designers, studiosi e collezionisti per la ricerca la consultazione.

Per saperne di più: www.museimazzucchelli.it
Foto dal sito ufficiale.