Un nuovo modo di vivere improntato all’ecosostenibilità

296

Negli ultimi anni stiamo assistendo al diffondersi a livello planetario di una maggiore consapevolezza dei danni inflitti al nostro pianeta e ad una crescente spinta verso un modo di vivere improntato all’ecosostenibilità, che segni la fine di uno sfruttamento pericoloso ed egoista delle risorse.

Per diventare in prima persona protagonisti di questo cambiamento i passi da compiere sono vari ed abbracciano diversi ambiti, che spaziano dalla riduzione del consumo di plastica all’adozione di una mobilità sostenibile, passando per la fondamentale questione della produzione di energia. In una prospettiva ecologica, è importante ripensare questo aspetto, che coinvolge le nostre abitudini quotidiane, le case e gli uffici ed impegnarsi ad utilizzare fonti rinnovabili e pulite grazie a tecnologie sempre più avanzate ed accurate.

Quando si parla di energia siamo abituati a pensare a chi produce e distribuisce energia come a qualcosa di separato rispetto a chi la consuma: da un lato il produttore, in genere una grande compagnia energetica, dall’altro il consumatore: cittadini e aziende che acquistano e pagano l’energia in bolletta. Questo vecchio modello, questo vecchio paradigma, può essere superato con le nuove tecnologie energetiche dove il consumatore diventa allo stesso tempo produttore dell’energia che consuma.

Esempi rappresentativi di un fotovoltaico di nuova generazione si possono visionare su Dynamoenergies.com: suggestivi dispositivi che si ispirano alle forme dei solidi platonici in grado di recepire i raggi solari da più lati. In questo modo, rispetto ai tradizionali pannelli solari monodimensionali si ottiene un significativo incremento dell’efficienza energetica, con impiego di superfici inferiori ed una produzione continua che non risente dei cambiamenti di orario, stagione, latitudine o condizione atmosferica.

Oltre alla luce del sole, queste macchine riescono infatti ad utilizzare anche la potenza contenuta in aria, acqua e terra, attingendo quindi in maniera completa ai famosi elementi primari, e trasformarla in abbondante quantità di energia, da utilizzare per l’elettricità, la climatizzazione e il riscaldamento dell’acqua. L’energia in eccesso viene inoltre comodamente immagazzinata per essere usata in seguito e i livelli di produzione e stoccaggio possono essere sempre monitorati grazie ad un sistema unico di controllo accessibile da remoto, quindi anche da smartphone.

Dynamo realizza modelli differenti per andare incontro ad ogni esigenza, ognuno caratterizzato da linee moderne e raffinate degne delle più belle ville di design. Con la sua apparente semplicità, ottima fusione di cura dei dettagli ed essenzialità, Monolite conquista al primo sguardo e nello stesso tempo si dimostra un dispositivo altamente efficiente, che riesce ad assicurare il fabbisogno energetico medio ad un’abitazione di 100 m².

Le diverse opzioni includono capacità di produzione energetica anche maggiore per soddisfare le necessità di edifici ed aziende: l’evocativa Piramide assicura per esempio la giusta copertura a superfici di 800 m², mentre l’imponente Cubo arriva fino a circa 1200 m².

Il raggiungimento dell’indipendenza energetica è un traguardo importante, che consente di risparmiare sui costi in bolletta contribuendo contemporaneamente a fare del bene al pianeta, il tutto potendo usufruire di comode possibilità di finanziamento.

Essere attenti alle condizioni ambientali diventa semplice grazie a macchine avveniristiche, pensate per soddisfare bisogni concreti senza perdere di vista il valore delle bellezza, il suo potere di affascinare e di arricchire un ambiente.

Il fotovoltaico 3D raccoglie una sfida impegnativa e la vince a piene mani, ispirandosi alla natura stessa e ai rami degli alberi che si protendono in tutte le direzione per produrre energia pulita ad impatto zero. Dispositivi all’avanguardia che inaugurano una nuova epoca e ci parlano di rispetto per il mondo che abitiamo e di una vita all’insegna del bello e dell’armonia con la natura, secondo valori antichi che sono ritornati ad essere più attuali che mai.