Terapie del freddo per la bellezza

342

La crioterapia è una particolare terapia che fa uso del ghiaccio per portare a un abbassamento generale della temperatura corporea.
Il potere del freddo sul nostro organismo è conosciuto da millenni, non stupisce quindi che anche le più recenti tecniche di rimodernamento estetico prendano il via proprio da queste conoscenze.
Gli effetti principali del freddo sull’area trattata sono diversi e vanno dalla vasocostrizione iniziale alla successiva vasodilatazione riflessa, che segue ai primi 20-30 minuti di applicazione.
La criolipolisi o crioscultura è infatti un trattamento di medicina estetica non invasivo ed indolore che, sfruttando le proprietà della crioterapia, consente di ridurre il grasso localizzato. In modo graduale e permanente. Le cellule adipose infatti una volta eliminate non si riformano. Gli adipociti sono infatti sensibili al freddo e subiscono un processo di cristallizzazione.
Il freddo è un alleato della bellezza e si rivela particolarmente efficace nei trattamenti per ridurre cuscinetti localizzati su addome, schiena e fianchi, ma anche braccia e interno e coscia, ginocchia o glutei.
In alcuni casi i risultati sono molto evidenti e possono portare ad una riduzione di oltre 2 centimetri.

Come funziona

Durante la seduta di criolipolisi viene applicato un particolare manipolo sulla parte interessata al trattamento. Questo manipolo a coppa ha un effetto aspirante e permette a due placche, refrigerate in modo controllato di abbassarne la temperatura come voluto.
Poiché ill tessuto adiposo  è più sensibile agli effetti del freddo degli altri tessutisi verificata la lisi, da cui il termine  criolipolisi. Le cellule legate all’infiammazione gradualmente assorbono le cellule adipose esposte al raffreddamento, riducendo lo strato adiposo. 
I lipidi lentamente rilasciati vengono trasportati dal sistema linfatico, per essere metabolizzati ed eliminati, come succede agli grassi presenti nel corpo.
Il processo di metabolizzazione dei grassi continua nei due mesi successivi al trattamento, riducendo progressivamente lo spessore dello strato di grasso.