san valentino regole galateo

50
1625 0 augurisanvalentinoregoletop

Quando la coppia non è “fresca” e il rapporto consolidato, a San Valentino il bon ton spesso viene dimenticato. Come aiuto per tutti gli innamorati ecco quindi i consigli di un vero esperto di buone maniere. Esistono infatti dei modelli di comportamento validi in eterno che un vero gentiluomo, non dovrebbe mai dimenticare, tantomeno nel giorno di San Valentino.“Il giorno di San Valentino può essere un giorno di grandi aspettative, carico di attese, e quindi, ad alto rischio di fallimento. Ma in realtà Si tratta solo di un´occasione in più – spiega Giovanni Lodigiani, Maggiordomo e Direttore di Casa professionista – Per le coppie già costituite è più semplice: si tratta di un giorno in cui confermare il proprio impegno, la sfida sta nella creatività  dell´uomo. Per i single, invece, la festa degli innamorati può effettivamente caricarsi di molta tensione”. Ecco dunque 15 regole per far si che il giorno di San Valentino rappresenti una piacevole occasione romantica anziché un imbarazzante esperimento di corteggiamento mal riuscito. 1 – San Valentino è per LeiSia che siate stati sposati da 25 anni o che abbiate appena iniziato una frequentazione, San Valentino è dedicato a lei.2- Semplicità e NaturalezzaAnche se  alcune donne non vorranno ammetterlo, una buona e sana cavalleria dei tempi andati, sarà sempre apprezzata.  3 – Creatività e buone maniere sempreLa coppia consolidata è quella che necessita di più attenzione, quella che deve essere coltivata senza dare mai nulla per scontato. Quindi, è proprio qui che l´uomo deve dare spazio alla propria creatività, proprio come il maggiordomo quando organizza una cena formale o un evento sociale.  E´ il momento di riaffermare e condividere un impegno preso tempo prima, quindi non ci sono scuse su ciò che piace o non piace al proprio partner; ormai siete esperti in materia, dovete solo sapere confezionare bene l´occasione.  4 – Basso profilo nelle nuove coppiePer chi ha cominciato da poco una frequentazione è consigliabile tenere un basso profilo, sia nell´invito sia nel regalo.  5 – Spedire una “card” di San ValentinoE’ consigliato soprattutto per le coppie agli inizi. Questa pratica molto diffusa nei paesi anglosassoni aiuta a manifestare le proprie intenzioni senza affrontarne le conseguenze emotive del faccia a faccia. Il messaggio deve essere lieve, non impegnativo, meglio se un po´ ironico e divertente, così come un eventuale regalo.. 6 – L´invitoInvitare qualcuno per il giorno di San Valentino ha un significato chiaro, quindi non occorre rinforzarlo con affermazioni superflue o con regali tipo cioccolatini a forma di cuore. Si può risolvere il dubbio con una domanda tipo “San Valentino sta per arrivare: è un giorno che ti piacerebbe festeggiare?”. 7 – RegaliPer “Debrett´s”, il classico manuale inglese di “etiquette” e buone maniere, “se gli uomini sapessero quanto potenti sono i fiori nel crescere i sentimenti di attaccamento di una donna, essi darebbero molta più attenzione a ciò che invece considerano una cosa di poco conto”. I fiori sono sempre un regalo ideale in qualunque stadio della relazione amorosa; sono una perfetta introduzione senza impegno, da qui la loro popolarità durante San Valentino: in quanto bene deperibile non contengono un valore di impegno a lungo-termine.I gioielli sono generalmente regali sempre ben accetti tra coppie consolidate, ma in quanto simbolo di lusso, possono risultare troppo impersonali o, nel caso di nuove coppie, troppo impegnativi. Se proprio volete regalare gioielli, personalizzate l´oggetto con qualche piccola incisione. In generale, ricordiamoci che “speciale” e “significativo” non devono necessariamente sposarsi con “costoso”. 8 – AbbigliamentoSe per gli uomini può essere più facile, per le donne la scelta può essere più impegnativa. Una regola aurea: lo stile è eterno, mentre lo “chic” è passeggero.  9 – Cena FuoriA tavola insieme. La scelta di fondo è tra un invito in casa o al ristorante. Andare fuori per una romantica cena è sempre una buona proposta, specie se non siete attrezzati per ospitare in casa o se avete già invitato in casa altre volte. Occorre però ricordare che il giorno di San Valentino è uno dei più affollati nei ristoranti, quindi, come insegna il maggiordomo, bisogna pianificare e prenotare in anticipo scegliendo accuratamente il locale e il tavolo più appropriato (sedendosi sempre uno di fronte all´altro, mai di lato) e sapendo bene che cosa il locale può offrire in fatto di menù. 10 – Argomenti di discussioniSembra superfluo ma vale sempre la pena ricordarlo: in pubblico non si parla mai di soldi, salute e sesso, benché su quest´ultimo tema qualche allusione potrebbe anche essere concessa, in via eccezionale, data la particolarità dell´occasione. 11 – Un gentiluomo non rende sé stesso il centro dell´attenzioneMai guardare un´altra donna mentre siete a tavola con la vostra ospite, neppure per disattenzione. Mai usare il telefono cellulare a tavola, per nessun motivo, tanto meno per rispondere ai messaggi.  12 – Il contoQuanto al conto, vale la regola di sempre: lo paga chi ha invitato. Se proprio temete una reazione negativa, risolvete con la domanda “Dispiace se pago io il conto?”.  13 – Cena a casaPer quanto deliziosa possa essere una cena in un ristorante ben selezionato, niente farà più colpo di una buona cena preparata in casa e, in questa materia, gli italiani hanno un vantaggio competitivo senza uguali. Anche qui, l´esperienza del maggiordomo ci viene in aiuto. Fate in modo di conoscere le preferenze gastronomiche di lei e ricordate che è lei il centro dell´evento e non la vostra capacità culinaria. Anche il “take-away” può andare bene, anzi eviterà di dovervi concentrare sui fornelli e sulla pulizia piuttosto che sulla vostra ospite; però è essenziale che il “take-away” sia presentato nel migliore dei modi. 14 – I ringraziamenti: mai smsE´ buona norma ringraziare la vostra ospite per la bella giornata/serata passata insieme, mostrando così la vostra gratitudine con un atteggiamento positivo nonché le vostre doti di gentiluomo, cogliendo l´occasione per dire qualcosa di appropriato. Nei paesi anglosassoni una “card” di ringraziamento è praticamente un dovere. Anche una telefonata va bene, anzi offre maggiori possibilità di espressione. Mai sms. 15 – Single pensate a voiSe siete single non preoccupatevi, non siete i soli. Se proprio non avete nessuno a cui inviare una “card” o con cui imbastire la “costruzione di un amore”, allora dedicate San Valentino a voi stessi gratificandovi con qualcosa che vi piace.