Ristorante borghese a Milano: profumo della semplicità

1411

Il ristorante di Borghese a Milano è diventato un must per chi vuole provare un ristorante di alta qualità e incontrare uno degli chef più noti nel panorama televisivo. 
Il Lusso della Semplicità stupisce grazie ad un ambiente in stile retrò con cucina a vista (strumenti, forni e impianti di aspirazione tutti italiani) e cocktail bar ma soprattutto per la simpatia di Alessandro Borghese, sempre disponibile al saluto.

AB Il Lusso della Semplicità di Milano è un ristorante di tendenza ma vicino ai suoi ospiti, in una location incredibile (al primo piano di un palazzo storico firmato Gio Ponti in City Life). Tavoli senza tovaglie, una cinquantina di coperti e 700 metri quadri di spazio per accogliere chi vuole provare un?esperienza di gusto incredibile (prenotando però almeno con un paio di mesi di anticipo).

Da Il Lusso della Semplicità il menu lascia spazio ai piatti della tradizione italiana, serviti con sottofondo blues e jazz, che strizzano l’occhio a qualche influsso etnico (ceviche di pescato bianco e costata di Bluefin Tuna marinato con prugne giapponesi) e non disdegnano rivisitazioni contemporanee (Petto di anatra marinato sale e zucchero). Le tapas servite al bar si alternano alla trippa alla romana del menu, al fritto di calamaretti, alla frisella con astice fino agli spaghetti alla chitarra cacio e pepe. In totale: cinque antipasti, cinque primi piatti, cinque secondi piatti e cinque dolci.

Il Lusso della Semplicità ha prezzi molto onesti, pur in linea con il livello e la città del ristorante. Quasi tutti i piatti del menù rientrano nella fascia 20-25 euro e in coppia si possono spendere 70 euro a testa. 
L’esperienza culinaria del ristorante di Alessandro Borghese è perfetta per chi cerca porzioni robuste dal gusto intenso, mentre non è indicata per chi cerca ricette light o emozioni gourmet. E ovviamente è il posto ideale per i fan dello chef!