prada batte apple e conquista nuovo spazio in galleria

260
1457 0 pradagalleriabatteapple

Da mesi nel capoluogo milanese si vociferava di una possibile apertura di un mega Apple Store in pieno centro. Dopo i centri aperti a Bergamo, Carugate e Rozzano, manca infatti ancora un riferimento nel pieno centro di Milano per il colosso di Cupertino. Steve Jobs, fondatore di Apple recentemente scomparso, sognava di aprirne uno proprio al centro della Galleria. Jobs aveva spesso lamentato delle difficoltà incontrate nel trovare uno spazio a Milano (dove gli era stato perfino negato il permesso di allestire un cubo, sul modello di quello di New York, alla fine della Piazza del Duomo). Alcuni giorni fa Peter Bohlin, architetto di Jobs e realizzatore dei 300 Apple Store sparsi in giro per il mondo, aveva però annunciato in un´intervista che il brand di Cupertino ce l´aveva finalmente fatta.Si dava ormai quasi per scontato che Apple avrebbe vinto il bando del Comune per la concessione dei locali attualmente occupati da McDonald’s. Ma, colpo di scena, a vincere è stata Prada, storica casa di moda milanese, la cui offerta ha battuto, oltre a quella di Apple anche quella di Gucci, suo competitor da sempre. La moda batte quindi la tecnologia!Nonostante Prada abbia già il suo negozio storico sul lato opposto dell´ottagono, si è aggiudicata in affitto, per ben 18 anni, gli ambiti spazi del Comune in Galleria Vittorio Emanuele II. I nuovi locali acquisiti si sviluppano su ben otto livelli per una superficie complessiva di circa 5.000 metri quadrati. Il canone annuo, posto a base di gara era di 2.118.310 euro per i primi cinque anni e di 3.629.467 euro per la restante durata del contratto di concessione. Prada ha offerto il 150% in più, contro il 25% di Gucci e l´1% di Apple.