Palazzo Hedone

131
103 0 hedone

“Il piacere è l’unica cosa su cui valga la pena avere una teoria”. Oscar Wilde la dichiarò come provocazione: un sasso lanciato in un lago per vedere i cerchi che questo riuscisse a compiere, ma trattasi pur sempre di pensieri resi tangibili solo dall’inchiostro sulla carta. Immaginate di creare da un concetto una forma, o meglio immaginate se due architetti potessero dare concretezza alla filosofia del piacere: ciò che ne potrebbe scaturire sarebbe Palazzo Hedone, a Scicli, vicino Ragusa. Un’eco di benessere immediato nella terra ruvida della Sicilia, un diamante allo stato grezzo che solo in pochi riescono a riconoscere, un lusso nascosto circondato dalla bellezza naturale di una delle più belle isole del mondo. E’ la storia di Axel Garrigue-Guyonnaud e Sylvain Pataut De Escarrega, due designer francesi che, dopo aver girato il mondo e vissuto in città come Parigi, New York e Milano, hanno rispolverato le antiche mura di una borgata sicula trasformandola in a “New Exclusive Sicilian Hospitality”. Nel cuore del Mediterraneo, in un luogo dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, un palazzo dai tratti tipicamente barocchi, risalente al Settecento, dove all’autenticità di una Sicilia da “Gattopardo” si affiancano le tecnologie più all’avanguardia, mobili di pregiato antiquariato, opere d’arte e oggetti di design per offrire i migliori servizi di ospitalità e benessere. Elementi originali come una piscina con tetto di vetro scorrevole, la musica sott’acqua, i giardini di palme, i sentieri e le terrazze, vasche private, una sala proiezioni home theatre costruita in una grotta medievale, drappeggi di seta e undici camere, ognuna decorata in modo diverso. Se l’edonismo è la ricerca del piacere immediato, della stessa filosofia è Palazzo Hedone dove una volta entrati si viene coinvolti in una sensazione generale di inebriamento alla vita: dal relax alla cura del corpo, dall’arte alla gastronomia mediterranea, circondati dalla pacatezza dell’antica cultura della Trinacria. Alle spalle i monti della Val di Noto e all’orizzonte il mare turchese. Il progetto dei due designer francesi non riguarda esclusivamente il restauro di questo antico palazzo, ma la riabilitazione dell’intera borgata, riportando alla luce uno stile di vita rimasto impolverato da lunghi anni.  Axel Garrigue-Guyonnaud e Sylvain Pataut De Escarrega hanno inoltre curato la ristrutturazione sia interna che esterna delle case del quartiere improntando uno scambio originale con chi ha acquistato gli immobili. I proprietari delle case possono in tempo di villeggiatura usufruire dei servizi alberghieri, mentre quando sono assenti la loro residenza viene integrata all’offerta alberghiera garantendo dunque un guadagno anziché un costo. A pochi chilometri di distanza da Modica, Ragusa, Noto, a circa un’ora da Siracusa e Catania, Palazzo Hedone può davvero essere considerato il luogo ideale dove venire a stretto contatto con la Sicilia più autentica, non rinunciando mai al lusso di viziarsi. –  P. DeS.