Orecchini in pizzo

245
1849 0 orecchini pizzo

La rivincita del pizzoE´ tornato ad invadere passere e negozi con capi d´abbigliamento firmati da stilisti di primo piano come Dolce&Gabbana, e indossati da donne famose e non di tutto il globo. E´ il pizzo, con le sue trasparenze romantiche e sensuali, per un look chic ma essenziale allo stesso tempo.Sangallo, macramé, o chantilly, in tanti colori e lavorazioni di ogni tipo: gonne, giacche o magliette il pizzo ha ormai invaso anche il mercato dei bijoux e degli accessori con maxiorecchini e braccialetti colorati.Comodi, soprattutto d´estate quando solo l´idea di indossare il classico gioiello rischia di far innervosire anche la più raffinata delle donne, il pizzo segna un nuovo modo di interpretare il gusto e l´eleganza, senza rinunciare però al giusto comfort. In foto: orecchini Stroili Oro”Bel paese” protagonistaIl mondo del “made in Italy” non è stato certo a guardare. Ha cominciato Tità Bijoux, introducendo il pizzo come elemento di decorazione su orecchini, collane o bracciali.Ideale per chi cerca un bijoux in pizzo perfetto per una cerimonia elegante e dove si possono ordinare orecchini in in pizzo personalizzati. Orecchini dalle linee più basilari quelle di Sodini, storica griffe italia del settore bijoux, da indossare magari con un paio di jeans.Con Stroili poi, il pizzo entra a pie pare in gioielleria, con una collezione dedicata, la Arabesque di Stroili Oro, linee ricercate e arricchite da Swarovski e argento. Cruciani, infine, ha invaso il mercato con i suoi originalissimi braccialetti in pizzo.Italia protagonista e non poteva andare diversamente. Il Macramè, seppur originario del mondo arabo, in Italia ha trovato le sue principali sviluppi dal XV secolo in poi. Prima nei conventi e nei monasteri poi usato dalle donne liguri per ornare lenzuola, tovaglie, per trovare radici solide in tutta la penisola. Da madre a figlia l´arte del pizzo si è tramandata nei secoli, arricchendosi anno dopo anno di trame sempre più complesse, nuove stoffe e nuove funzioni. Proprio quando la sua storia sembrava a rischio, la moda contemporanea ha saputo reinventarlo.Orecchini Stroili OroFai da te. Perché no?Le amanti del fai da te saranno contente di sapere che gli orecchini in pizzo sono realizzabili anche da sole. Di cosa avete bisogno? Semplice. Bastano forbici a punta, del pizzo macramè da ritagliare che si può sia comprare sia recuperare da vecchi abiti, perline, bottoni, strasse e chi più ne ha più ne metta, anellini e monachelle, ago e filo ovviamente e un pò di carta stagnola.Da uno scollo o un bordo di macramé, ad esempio, si possono ottenere splendidi orecchini orecchini di pizzo. Dopodiché, in base anche ai gusti e all´effetto che si vuole ottenere, si ritagliano due aree dello scollo o bordo, ovviamente speculari o uguali.Prima di indossarli vanno, tinti se gli si vuole cambiare colore, e irrigiditi inumidendo la stoffa con dell´amido di riso o con colla vinilica allungata con l´acqua, come si faceva con i vecchi centrini di pizzo in casa.Una volta asciutti vanno decorati e qui entra in gioco la creatività di ognuno. Una volta decorati basta inserire l’anellina di metallo in uno dei fori della trama del pizzo e attaccarci sopra la monachella. La monachella può essere in diversi materiali: argento, semplice o con elementi swarovski e per aprirla basta fare pressione con una pinzetta sull’anellino.Alternativamente, per fissare gli hot fix, si può utilizzare la piastra per i capelli, spingendola sul pizzo in modo tale che la colla si sciolga e si attacchi al tessuto. Insomma, belli da indossare, leggeri, di marca o fatti in casa, gli orecchini di pizzo, ma anche i bracciali e le collane, saranno uno dei trend sicuri anche per la prossima estate. Per la donna glamour o chic fino a quella più sofisticata per una cerimonia o una serata speciale, l´orecchino in macramé è in ogni caso un vero accessorio di moda romantico, una forma di femminilità fatta oggetto.