Mille Miglia 2010

233
131 0 mille_miglia

La Mille Miglia, la più importante rievocazione storica di una gara a livello mondiale, ha appena spento i motori. Dal 6 al 9 maggio scorsi, i migliori modelli della storia dell’automobilismo, hanno attraversato oltre 56 comuni, tra i più caratteristici e suggestivi d’Italia. Da Brescia a Roma e poi di nuovo a Brescia, a ottantatre anni dalla sua nascita, la Mille Miglia ha conquistato spettatori appassionati lungo le strade e giornalisti da tutto il mondo.                                                                                                                              In una gara tesa fino all’ultimo giro, Giuliano Cané e Lucia Galliani hanno tagliano il traguardo, a bordo della BMW 328 Mille Miglia Coupé del 1939, aggiudicandosi per la decima volta la vittoria alla Mille Miglia. Il loro nome era già nella rosa dei favoriti, insieme a quello di Luciano Viaro, già vincitore delle edizioni 2005, 2007 e 2008 della Freccia Rossa a cui è andata l’ambitissima medaglia d’argento. In coppia con Mark Gessler, a bordo della fedelissima Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport, il triestino si è posizionato secondo a 609 punti di distacco dalla prima posizione. Terzi, Enzo Ciravolo e Maria Leitner, a bordo di una Bmw 328 del 1937.                                                                                                                                                                 Il percorso di questa edizione ha offerto novità, come il passaggio a Sirmione, Casal Maggiore e Manerbio, e un ritorno al passato con le soste pranzo a Urbino e Buonconvento,e per la prima volta l’attraversamento di Bologna.  Un percorso ricco dove si sono sfidate le 375 auto selezionate, in un avvenimento sportivo e automobilistico tra i più emozionanti del mondo. Ma quest’anno la suggestione è stata davvero unica grazie ad una novità assoluta. Oltre cento Ferrari costruite dal 1958 ad oggi hanno preceduto la gara vera e propria,  un tributo spettacolare alla Mille Miglia e alla passione per le automobili.                           La cerimonia di premiazione, come di consueto presso il Teatro Grande di Brescia, ha visto la partecipazione di Maria Stella Gelmini, Ministro dell’Istruzione, vicina all’organizzazione e al suo territorio di nascita. Il Comitato Organizzatore ha espresso grande soddisfazione per il successo di pubblico e di critica.  “Questa edizione – ha dichiarato Alessandro Casali, Presidente del Comitato Organizzatore della Mille Miglia – ha avuto una risonanza mediatica senza precedenti. Lo dobbiamo alla magia senza tempo di queste vetture, all’affetto della gente e al sostegno del governo e delle istituzioni locali. E’ stato un anno difficile, anche la Mille Miglia ha risentito della crisi, ma siamo riusciti a portare avanti il nostro obiettivo: il primo obiettivo era quello di trasformare la Mille Miglia nell’America’s Cup a quattro ruote, mentre il secondo era quello di rendere il brand Mille Miglia uno strumento del paese e del territorio italiano per la crescita e l’apertura a nuovi mercati”.  “Siamo particolarmente felici – ha esordito Sandro Binelli, Vicepresidente del Comitato Organizzatore – delle vetture che hanno preso parte quest’anno, gioielli provenienti da case automobilistiche diverse, guidate da top drivers che ancora di più portano la Mille Miglia ad avere una responsabilità internazionale”. Appuntamento al grande pubblico e agli appassionati all’edizione 2011 della Mille Miglia, per un’altra avventura a bordo della Freccia Rossa. P. DeS.