michelle-bag-gucci

251
1786 0 gucci michelle bag 2

UNA BORSA DEDICATA A MICHELLE OBAMAL´eco mondiale del successo di Barack Obama nella corsa presidenziale americana ha scatenato ogni sorta di commento, iniziativa e reazione. E forse mai come in questa tornata elettorale la figura ed il ruolo della first lady ha giocato una parte così importante ed evidente. Merito di Michelle Thompson in Obama, donna affascinante ed elegante ma allo stesso tempo “popolare”, la cui costante presenza in campagna elettorale, le cui uscite pubbliche e le cui battaglie culturali degli ultimi quattro anni, hanno certamente dato al marito una spinta decisiva.La celebrazione “mediatica” della figura di Michelle ha avuto molti risvolti e varie modalità. In Italia, terra della moda e della creatività, l´omaggio non poteva che essere un vero segno del “made in Italy”: originale, elegante e di qualità.NASCE LA “MICHELLE BAG”L´idea è di Guccio Gucci, discendente del suo omonimo bisnonno che nel 1921 aprì una piccola pelletteria ed un negozio di articoli per viaggiatori a Firenze: era l´inizio di una delle più popolari e prestigiose maison di moda italiane nel Mondo, oggi un impero da 2,2 miliardi di euro di fatturato annuo che dal 1999 fa parte del gruppo francese Pinault-Primtemps-Redoute. Sulle orme del suo avo, anche Guccio Junior si è imposto negli anni come uno dei maggiori creativi nell´ambito della pelletteria di lusso, fino ad aprire, nel 2008 insieme al fratello Alessandro, una luxury brand specializzata, la “To Be G”.Ebbene, per lanciare la sua nuova collezione 2013, Guccio Gucci ha dedicato il suoi modelli di punta proprio alla moglie di Barack. La “Michelle Bag”, questo il nome della sua creazione, unisce, come nella migliore tradizione italiana, la maestria artigianale, la grande qualità e il design di tendenza, per un prodotto capace di durare nel tempo senza perdere bellezza e fascino.IL NOME GUCCI E LE FIRST LADYLa “Michelle bag” di Gucci dedicata alla First lady„Non è la prima volta che il nome Gucci viene associato a quella di una First Lady americana. Per garantire il successo di un accessorio, infatti, già negli anni ´60, la famosa maison aveva scommesso, ottenendo un riscontro inimmaginabile, su Jackie Kennedy, vedova di John Fitzgerald (JFK) e sposata in seconde nozze con l´armatore greco Aristotele Onassis. Jackie, immortalata più volte con una delle borse firmate Gucci, divenne testimonial del modello, che fu poi ribattezzato con il nome di Jackie O Bag.“Potrebbe interessarti:http://www.today.it/donna/michelle-bag-gucci.htmlLeggi le altre notizie su:http://www.today.it/o seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930Proprio così deve essere una borsa nella filosofia di Guccio Gucci: sempre elegante, come dice lo stesso “creativo” toscano, anche dopo un anno chiusa nell´armadio; deve trasmettere la medesima idea di bellezza, costantemente nel tempo. Quale migliore personaggio quindi per intitolare la nuova bag se non l´icona mediatica Michelle, ammirata per il suo stile nel contempo originale e classico e che è pure salita alla ribalta delle cronache “modaiole” per aver indossato in più occasioni lo stesso abito che ha scelto per la festa della elezione del marito, sfoggiando un praticissimo “senso del riciclo”?E così le borse celebrative del brand di Guccio Gucci sono state pensate proprio per descrivere la first lady ed il suo carattere pratico ed estroso allo stesso tempo: – una clutch bag con un taglio vintage, come gli accessori che la Obama ama abbinare spesso ai suoi outfit, in tessuto scarlatto. – una borsa a mano con tracolla, sempre nella stessa tonalità rosso ciliegia.