Ispirazione a Papillon per la collezione invernale Haute

100
1004 0 haute1

La nuova collezione Haute a-i 2011/12 è nata con ispirazione alla storia di Papillon, romanzo scritto da Henri Charrière. Il personaggio, a sua volta modellato dall´autore sulla propria vicenda autobiografica, nasce come giovane gangster nella Parigi anni Trenta. Condannato,nonostante le sue dichiarazioni di innocenza, ai lavori forzati da scontare nella Guyana Francese, Papillon non ha mai perso la sua instancabile voglia di libertà.La collezione risulta infatti ricercata nei minimi dettagli, retrò ma proiettata verso il futuro (cosi come Papillon resta proiettato verso un futuro libero). Gli stilisti Catherine Brickhill e Marcus Constable, dalla scorsa stagione alla direzione creativa di Haute, evocano il significato profondo della vicenda di Papillon nella collezione autunno inverno 2011-12. Giocata sulle atmosfere affascinanti degli anni Trenta, in netto contrasto con la crudezza del romanzo di Charrière. La tensione continua verso la libertà e la sopravvivenza, è il vero messaggio dietro le creazioni di Haute. Non mancano le lavorazioni complesse che fanno della collezione invernale un vero e proprio terreno di sperimentazione creativa. La collezione e’ composta da lussuosi capi sartoriali a cui si sovrappongono capi spalla più lunghi, con abbottonature asimmetriche o maniche a kimono.Gli abiti da sera sono drappeggiati o a pieghe, ma ammorbiditi da pellicce destrutturate o cappotti pratici. Il cuoio è bruciato o trapuntato a disegni geometrici ispirati agli anni ’30, le cui ripetizioni ritmiche riflettono contemporaneità ed ottimismo.I toni variano sul neutro e la terra, con inattesi “lampi” di arancio bruciato e verde giada. Gli accessori fondono l´handmade con l’utilità, con un tocco allo sportwear moderno.