Haloterapia terapia inalatoria cloruro di sodio

247
1271 0 holeoterapia1

Da diversi anni è ritornata in auge un’antica metodica naturale in grado di apportare un profondo benessere all’intero organismo grazie allo sfruttamento delle proprietà terapeutiche del sale. È l’haloterapia, una tendenza sempre più in voga anche tra coloro che desiderano ritrovare l’equilibrio tra mente, corpo e spirito all’insegna di un trattamento “natural oriented”. L’haloterapia (dal greco “halos” = sale) è una terapia naturale basata sui benefici derivanti dalla somministrazione per via inalatoria di cloruro di sodio, prodotto da uno speciale nebulizzatore e respirato all’interno di un ambiente confinato, la cosiddetta cabina del sale.Le moderne stanze del sale Si caratterizzano per pareti e pavimento ricoperti (o realizzati) interamente di sale; ambienti ipoallergenici che simulano perfettamente il microclima di una grotta di sale naturale – con umidità (40-60%) e temperatura stabili (18-24°C) – e creano condizioni favorevoli e confortevoli per i soggetti sottoposti alla terapia. Soluzioni altamente innovative, quindi, che consentono di effettuare i trattamenti direttamente presso centri estetici, centri benessere o centri SPA-Wellness e beneficiare appieno delle proprietà terapeutiche dell’haloterapia senza doversi allontanare troppo da casa.I principi di funzionamentoLe particelle di sale, nebulizzate a secco da uno speciale apparecchio all’interno della stanza del sale, sono di dimensioni ideali (comprese tra 1 e 5 micron di diametro) per raggiungere tutte le sezioni delle vie respiratorie. Il cloruro di sodio inalato è in grado di far funzionare al meglio la “clearance muco-ciliare” – ovvero l’insieme di piccole ciglia di cui sono dotate le cellule che tappezzano le vie respiratorie e che trasportano il sottile strato di muco che le ricopre verso il cavo orale -, ottenendo così una continua igienizzazione dell’intero albero respiratorio. Il sale inalato, che si deposita nelle vie aeree, svolge quindi un’importante azione antibatterica e antinfiammatoria, interferendo con la sopravvivenza dei batteri (pneumococchi e strafilococchi). Le applicazioniUn proficuo utilizzo dell’haloterapia si riscontra nelle patologie a carico dell’apparato respiratorio (ad esempio rino-sinusite, bronchiolite, bronchiti croniche, laringiti, faringiti ecc.) e nelle patologie acute e croniche a carico dell’orecchio. Studi condotti su pazienti asmatici hanno dimostrato come il trattamento con il sale inalato nelle grotte apporti un miglioramento dei sintomi, della funzionalità respiratoria e una diminuzione dell’uso dei farmaci. Ma non solo. L’haloterapia si è inoltre dimostrata efficace anche nella cura di patologie molto gravi come la fibrosi cistica, di malattie allergiche stagionali e di malattie della pelle (dermatiti, psoriasi ecc.). Gli effetti collateraliL’haloterapia è una terapia sicura e adatta a persone di tutte le età. Durante il trattamento si possono raramente riscontrare prurito e irritazione cutanea o lieve irritazione a gola e occhi; fenomeni che tendono comunque a sparire con le sedute successive, e che si risolvono semplicemente risciacquando con acqua le parti interessate. Effetti collaterali possono invece insorgere nel caso di pazienti sottoposti a terapia farmacologia. Le controindicazioni a questa terapia naturale riguardano stadi acuti in atto di patologie respiratorie, l’insufficienza cardiaca, la grave ipertensione sistemica, le epistassi recenti.Il sale ha dunque un forte potere terapeutico. Un esempio eclatante è dato dalla salsedine marina. Ogni qualvolta si ha la possibilità di recarsi in una località marittima e respirare la salsedine, o assorbire i principi naturali del sale attraverso un bagno in mare, si pratica l’haloterapia. A parità di benefici, va pertanto considerato il vantaggio, anche economico, delle stanze del sale, che consentono di ottenere, con un trattamento di soli 30-40 minuti, gli stessi risultati di tre giorni di mare, usufruendo quindi del clima marino senza doversi allontanare troppo da casa.A cura del Dott. Jacopo Maria Bestetti, Biologo e Direttore Scientifico ESAGONO SRL