do it mobile il progetto anti ikea che libera il design

394
1796 0 design outlet italiano

IL DESIGN OUTLET ITALIANOCedere al bisogno di bellezza e all´appagamento dei prodotti di design o rivolgersi agli outlet di settore con un occhio al portafoglio? Questo l´eterno dilemma di chi deve affrontare, per forza o per piacere personale, la scelta e l´acquisto di mobili per la propria casa, l´ufficio, gli ambienti nel quale passa la propria vita. Un dilemma apparentemente insolubile, che costringe spesso a scendere a compromessi. Almeno fino al 20 aprile scorso, quando a Santhià, in provincia di Vercelli, è nato un nuovo modo di fare retail in tema di arredamento: Design Outlet Italiano. Ovvero, come poter trovare design ed eccellenze rigorosamente nostrane a condizioni di acquisto propri di un outlet. Un´idea che, detta così, sembra semplicemente applicare all´arredo la forma ormai ben conosciuta degli outlet-village. Eppure è assolutamente innovativa e attualmente priva di concorrenti simili in Italia.QUANDO LA PAROLA OUTLET DIVENTA SINONIMO DI QUALITY EXCELLENCEL´idea, dunque, è tanto semplice quanto geniale e nasce dall´esperienza nel settore di RetailInProgress, professional-brand animata da Mario Esposito e Luca Burnacci che da tempo si occupa di sviluppo business nell´ambito della grande distribuzione, con particolare specializzazione nella valutazione, realizzazione e posizionamento di retail-concept & format. Do.it propone quindi una formula innovativa che non senza una punta di orgoglio nazionale autodefinisce l”Anti-Ikea”: sposa per la prima volta i maggiori marchi ed eccellenze italiane in tema di design di interni con sconti “outlet” sui prezzi di listino dal 30 al 70%, proponendosi come un vero e proprio spartiacque anche in tema di accessibilità per tutti dei prodotti di qualità e di high-style. Oltre cento sono i brand che hanno intuito la possibilità di espansione di questo nuovo format ed hanno deciso di collaborare con Design Outlet Italiano in tutti i possibili settori di arredamento, dagli esterni alle cucine, dai bagni d´autore ai soggiorni e ai divani, per arrivare ad elementi di particolare interesse quali scale da interno, elettrodomestici, complementi d´arredo, accessori, illuminazione. Divani&Divani, Doimo, EMU, Slide, Oliver Group, Del Tongo, Smeg, Rex sono solo alcuni di questi brand i cui prodotti sono presenti nei mall del Gruppo. Si, perché dopo il “WelcHome” di Santhià DO.it ha inaugurato altri punti vendita in tutta la Penisola: Brescia, Venezia, Roma, Catania e Teramo completano la geografia dei nuovi centri tematici di promozione dell´eccellenza italiana tutti con il medesimo fil-rouge di qualità, servizi e comfort.NON SOLO RETAIL: AMBIENCE, CONVEGNI E DESIGN Comfort, certo. Perché nei mall di Design Outlet Italiano non si fa del semplice “retail”. Tutti gli ambienti sono essi stessi all´insegna del design, con strutture e soluzioni avveniristiche e di grande impatto. Non mancano inoltre eventi a tema e convegni dedicati al pubblico ma anche ai professionisti del settore, come il “Design Summit” 2012 svoltosi nel luglio scorso nella struttura “madre” di Santhià e che ha visto designer e progettisti confrontarsi sui temi dell´innovazione e della evoluzione del mestiere di architetto, alle prese con il continuo mutamento delle tendenze e della tecnologia disponibile. Inoltre, nei centri di Santhià è nel “Riviera Adriatica” in provincia di Teramo potete trovare anche “The Italian Mall”, un superstore multimarca completamente dedicato ai complementi di arredo e con le stesse condizioni di acquisto “outlet” assicurate nel resto del mall. Anche in questo caso, design, qualità e convenienza sono il filo conduttore dell´offerta. E se poi volete dare un tocco di originalità alla vostra casa, potete ricercare il “pezzo unico” che vi manca in “officina 42”, il network-vetrina-laboratorio-cantiere presente sempre a Santhià dove i giovani art-designer possono esporre le loro creazioni e proposte autoprodotte direttamente al pubblico, una sorta di “matching” tra i creatori di originalità e chi tale originalità la cerca per “firmare” il proprio spazio.L´operazione “anti-Ikea” dunque è stata varata, per la gioia di tutti coloro che non possono o non vogliono disprezzare il risparmio ma non possono o non vogliono nemmeno rinunciare alla qualità e al bello.