Come pulire alcantara

209
1866 0  alcantara

Che cos’è l’Alcantara?Spesso nelle nostre auto, troviamo rivestimento dei sedili, del volante e altro, in un materiale chiamato Alcantara: all’apparenza un simil camoscio, naturale e morbido, ma in realtà il risultato d’interpolazione di diversi processi, dal tessile a quello di filatura a quello chimico, che come risultato danno un materiale composito realizzato senza ordito né trama, molto morbido e resistente.È un materiale impiegato per i rivestimenti, molto versatile: il suo impiego, infatti, è esteso a molti ambiti, dall’interno delle auto allo yatching, nell’arredamento soprattutto per sedute e complementi, nell’abbigliamento, per il settore tecnologico e per gli accessori, secondo le caratteristiche tecniche e le proprietà funzionali, che possono essere differenziate con la lavorazione, col fine di ottenere materiale adatto ad ogni situazione. Come pulire l’alcantara: manutenzione quotidiana, settimanale e annualeL’alcantara è un materiale che ha bisogno di costante manutenzione per evitare che si degradi e che si rovini il suo aspetto superficiale, e questo può avvenire quotidianamente passando la sua superficie con un panno bianco morbido e asciutto, un aspirapolvere, oppure una semplice spazzola a setole morbide, per rimuover e polvere e sporco secco da accumulo, evitando accuratamente il vapore. Settimanalmente dopo la consueta pulizia passare la superficie con un panno inumidito, bianco e senza decori, per evitare di trasferire l’inchiostro sul materiale.Come pulire l’alcantara se sfoderabile? Una volta l’anno in questo caso è possibile effettuare un lavaggio in lavatrice, diversamente, utilizzare prodotti appositi per una pulizia profonda e di grande effetto.Macchie resistenti?Per il lavaggio e la smacchiatura di questo particolarissimo materiale, lavare in lavatrice seguendo le istruzioni in etichetta, a 30°C, senza candeggio, né centrifuga, impiegando solo detergenti neutri.A fine lavaggio fare asciugare molto bene per poi spazzolare con setole morbide la superficie.È possibile stirare il materiale ma la piastra del ferro da stiro non deve superare i 110°C e nemmeno venire a contatto diretto con il materiale: può essere utile interporre un panno tra i due.Macchie: cosa succede se accidentalmente ci cade un bicchiere di vino o yogurt sulla sua superficie? Sapere come pulire l’alcantara è un lavoro attento e minuzioso: innanzitutto si deve cercare di asportare il materiale il più possibile, riducendo la macchia il più possibile dall’esterno vero il centro. È fondamentale agire in tempi brevi, entro la mezz’ora, cercando di rimuovere con una spatola o cucchiaio la sostanza, che se liquida, potrà essere eliminata per lo più con carta assorbente, senza strofinare.Soluzioni al danno: come pulire l’alcantaraCome pulire l’alcantara secondo le differenti tipologie di macchie? Distinguere le differenti macchie che si formano su questo materiale è fondamentale per andare a rimuoverle accuratamente evitando d danneggiare il materiale.Vediamo nello specifico, quali sono e come agire:• Succo di frutta, marmellata, gelatina, sciroppo, ketchup: usare acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.• Sangue, uovo, feci e urina: usare acqua fredda; evitare l’acqua calda che fa coagulare queste sostanze; risciacquare tamponando con acqua pulita.• Liquori alcolici, vino, birra, coca e te: usare acqua appena tiepida; se resta la chiazza di colore trattarla con succo di limone e poi sciacquare bene.• Matita copiativa, cacao, cioccolata, dolci alla crema e al cioccolato, gelato, senape: usare acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.• Aceto, gel per capelli, salsa di pomodoro, caffè con zucchero: usare succo di limone e poi ripassare con acqua appena tiepida; risciacquare tamponando con acqua pulita.Rossetto, fondotinta, mascara, ombretto, profumo, lucido da scarpe, olio e grasso in generale, macchie d’erba e pennarelli in generale (anche quelli di tipo indelebile): tamponare con alcool etilico, poi con acqua e risciacquare.Per le macchie d’erba e di pennarello che sono piuttosto difficili da togliere, soprattutto sul colore chiaro, è necessario intervenire al più presto, per evitare che diventino troppo “secche”.Chewing-gum e cera: mettere del ghiaccio in un sacchetto di plastica; quando la sostanza si è indurita rimuoverla a pezzi, poi trattare con alcool etilico.