cala goloritze sardegna

105
1429 0 calagoloritze1

Scegliere il percorso via terra per raggiungere Cala Goloritzè significa implementare la componente personale nella scoperta di uno scorcio della Sardegna unico nel suo genere.Cala Goloritzè si trova a Baunei, piccolo comune arroccato sui monti lungo la fascia centro-orientale della Sardegna, territorio che marca il confine settentrionale dell´Ogliastra.A prendersi cura di voi, al rientro dal sentiero di trekking presso il “selvaggio blu”, troverete il raffinato ed esclusivo Hotel Nascar. La sua filosofia Slow & Chic sarà l’ideale per rilassarsi presso il piccolo borgo di Santa Maria Navarrese, a pochi minuti da Baunei e, ovviamente, con una vista mare che non delude mai.- http://www.flickr.com/photos/serfede/ -Nominata “Monumento Nazionale Italiano” nel 1995, è senza dubbio tra le più particolari e per questo fotografate al mondo. È lo spettacolo cromatico di una natura isolata e incontaminata in un’atmosfera solitaria e surreale sovrastata e protetta da un monolite calcareo, svettante sulla piccola baia. Il sentiero per raggiungere Cala Goloritzè inizia nell’altopiano del Golgo. È un sentiero incontaminato e selvaggio, faticoso al suo rientro ma indimenticabile. Discende con poche difficoltà verso la bellissima spiaggia, ha una durata di circa 1 h e 30 che si trascorre tra macchie di arbusti, impavide caprette e pareti di calcare biancastro. Il sentiero scende gradualmente di quota e a circa metà del percorso, tra i cosidetti canyon sardi, si intravedono i primi  scorci di un mare azzurro intenso. Una piccola sosta sarà dettata dalla curiosità per i suggestivi rifugi dei pastori e i ginepri secolari che crescono e caratterizzano l’intera provincia dell’Ogliastra, la più superba e aspra dell’Isola. – http://www.flickr.com/photos/serfede/ -L’avvicinarsi della guglia, alta ben 120 metri, scandisce l’arrivo alla cala. Lungo gli ultimi tratti il passo si fa più celere e il fiato quasi si spezza al termine del sentiero, non per la fatica ma per la stupenda visione che Cala Goloritzè regala. La ripida scala in legno è l’unico intervento dell’uomo che troverete lungo il percorso, espediente necessario per raggiungere la spiaggia. La spiaggia è formata da un primo pavimento liscio e roccioso che si trasforma verso la riva in piccoli sassolini bianchi e in una singola striscia di bianco arenile. Il fondale è trasparente e cristallino, la temperatura dell’acqua  un po’ più fredda delle altre cale a causa della presenza di numerose correnti provenienti dal vicino fiume. La cala è delimitata da alte pareti rocciose mentre sull’estremo lato destro, lo sguardo si perde oltre l’arco di roccia naturale che termina nel mare.Ci si può togliere lo sfizio di visitare Cala Goloritzè con un battello o un più moderno aliscafo, ma raggiungere questo angolo di Sardegna via terra è tutta un’altra scoperta. A prendersi cura di voi, al rientro dal sentiero di trekking presso il “selvaggio blu”, troverete il raffinato ed esclusivo Hotel Nascar. La sua filosofia Slow & Chic sarà l’ideale per rilassarsi presso il piccolo borgo di Santa Maria Navarrese, a pochi minuti da Baunei e, ovviamente, con una vista mare che non delude mai.  Fonte: Silvia Pe, amante dei viaggi e lettrice compulsiva, lavora nel settore turistico per charmingsardinia.com. Scrive per il blog charmingitaly.com dove condivide informazioni e notizie sulle bellezze dell’Italia.